Stile Artigiano, manifestazione di moda, bellezza e benessere al Palazzo della Borsa di Genova. Direttore artistico Cristiano Gatto.bianco e nero

Come promesso Vi racconto qualcosa.

Sabato pomeriggio con tanti altri, mi sono goduta le sfilate di Brizyo (con accessori di Pam Collection) e di Sidoti. Che dire se non…entusiasmanti!

Bryzio (e Pam), designer sperimentale emergente,  ha presentato una collezione brillante, idealmente ispirata a 3 temi tutti liguri, i paesaggi marini, l’architettura genovese e i mestieri del porto, ricca di contrasti di colore su capi innovativi e linee scivolanti: bellissima la tuta 3 colori, il tubino nero con inserto giallo e bluette e favoloso il vestito in seta bianco e nero a righe, morbido, sexy ma super raffinato…lo vogliooooo…forse li voglio tutti!

 

Sidoti biancoE poi le creazioni di Sidoti: ricche ma lievi, costruite con capacità tecnica e gusto non comuni, sapiente abbinamento di materie e colori. Il mio preferito è stato un abito smanicato bianco con applicazioni geometriche in tinta profilate di nero, un capolavoro di creatività e stile.

Sfilata della sera: ciascuno dei 10 stilisti ha presentato 5 outfit e 1 capolavoro; tra i 10 capolavori presentati noi giurati abbiamo scelto quello che sarà pubblicato sul calendario 2015 della Confartigianato, propugnatore, da 6 anni, di questo importantissimo evento tutto ligure, patrocinato dal Comune, dalla Camera di Commercio di Genova e dalla Regione Liguria.

Bellissima l’idea di far sfilare i capolavori da donne che “lavorano dietro le quinte” di personaggi liguri importanti.

Cominciamo con ordine. Prima stilista a sfliare è stata Lara Stuttgard con pezzi originali, colorati e molto giovani: da seguire con attenzione.

Poi è stata la volta dell’Atelier La Melina i cui capi decorati e ricamati in modo perfetto sono riusciti a far sognare anche la più austera e rigorosa delle signore presenti.

Hanno sfilato di nuovo sia Bryzio sia Sidoti, confermandomi entrambi le mie ottime impressioni del pomeriggio.

E che dire di Carla Quaglia Maglieria e Cachemire di Savona se non che è un genio? Le sue collane di maglia a tanti “fili”, le sue maglie a più colori, i colli… tutto davvero da comprare!

Mi hanno davvero convinto le creazioni del nuovo Brand B; sono originali e provocanti, gli abbinamenti estrosi ma il risultato portabilissimo. Brave Fiorella e Fabiana! 

Sempre lussuosi ma con grande estro e creatività i cachemire di Liapull, azienda molto nota a Genova per la sua bellissima produzione anche uomo.

Esaltanti gli accessori gioielleria di Comotto gioielli: il capolavoro è stato una cravatta in argento e legno capace da sola di far diventare FAVOLOSO il look più neutro. Provare per credere, ricordandovi che less is better, quindi un paio di orecchini piccoli e non pendenti e NESSUN altro accessorio o pezzo!duchessa di galliera

Last but not least, anzi top dei top e scelta capolavoro tra i capolavori, la collezione di Giuseppe D’Urso, spezzino di fama intenazionale. Abiti da sogno, elegantissimi e ideali per gli eventi più chic, mantenendo un carattere cool e raffinato che solo un grande riesce a raggiungere.

Riservo un posto d’onore alle allieve della Scuola Duchessa di Galliera di Genova: mi hanno davvero impressionata. Sono state bravissime sia a creare sia a sfilare; un vero capolavoro l’abito da sposa…fuori concorso, purtroppo.

d ursoBravissima a catturare l’entusiasmo del folto pubblico, accattivante, bella ed elegantissima la presentatrice Serena Garitta, sempre sul pezzo, preparata e professionale. Vi confesso che ho sempre odiato il Grande Fratello; se le persone che ne escono vincitrici sono tutte così brave…dovrò cambiare il mio giudizio!

Plauso alle fantastiche modelle, belle e professionali interpreti dei tantissimi look proposti.

Una nota profumata: le invitate alla sfilata della sera hanno ricevuto in omaggio una fialetta dell’ultima creazione di Abaton ( Concept Store Nicchia di Savona)…una favola! Sarà che i profumi che contengono patchouli sono il mio penchant ma questo…sabato vado a comprarmelo, sappiatevi regolare.